MANUALE TECNICO

 

 

SISTEMA DI RICOSTRUZIONE ESTETICA DELLE UNGHIE DELLA MANO


 KNAILS

 

 

Preparazione

 

Non fare mai una manicure subito prima di una ricostruzione.

Bisogna educare la cliente a venire 2-3 giorni prima per una manicure di preparazione perché i prodotti usati, troppo oleosi, potrebbero limitare la durata del vostro lavoro; in casi estremi potremmo farla subito dopo.

Una buona preparazione sarà fondamentale per la buona riuscita della ricostruzione.

 

 

Manicure di preparazione:

1)      disinfettare la mani della cliente e le vostre.

2)      Spingere le cuticole con un bastoncino d’arancio.

3)      Cospargere le cuticole con l’olio della Skyn Away Pen e lasciare agire.

4)      Nel frattempo accorciare l’unghia con la lima 180 stiff.

5)      Togliere le cuticole sciolte.

6)      Con la lima Shiny 3 Face, dalla parte nera, più abrasiva, fare movimenti verticali ed orizzontali per pulire l’ossidazione dell’unghia.

7)      Pulire con un pads asciutto.

8)       Mettere una goccia di Nail Oil su tutte le unghie e con la lima Shiny 3 Face , dalla parte bianca, fare movimenti verticali ed orizzontali con una certa pressione in modo da far penetrare l’olio.

9)      Togliere l’eccesso con un Pads asciutto.

10)  Con la lima Shiny 3 Face, dalla parte grigia, fare movimenti orizzontali con una certa pressione in modo da lucidare perfettamente l’unghia.

 

Il Prodotto Trifasico

 

Il classico materiale da modellamento è il sistema trifasico. Tale sistema soddisfa ogni esigenza di modellamento dell’unghia con un materiale perfettamente mirato che consiste in un gel di adesione, un gel di modellamento, ed un gel sigillante.

Questo sistema supporta sia l’allungamento di base con le tip che quello più avanzato con la tecnica delle formine.

 

Fase1 -adesione- LINKup questo gel leggermente viscoso, grazie alla sua consistenza sottile, garantisce un’ottima aderenza alla struttura fibrosa dell’unghia naturale ed al successivo gel modellante.

 

Fase2 -modellamento- MODELGEL grazie alla sua stabilità concepita sulla base delle caratteristiche fisiche dell’unghia questo gel modellante può essere steso ed adattato perfettamente.

 

Fase3 -sigillatura- FINISH gel di copertura specificatamente mirato a conferire durezza e brillantezza alla superficie garantendo una sigillatura di lunga durata.

 

Questo è un sistema di resine perfetto per aderenza, potere costruttivo e sigillante della superficie, adatto a tutti gli impieghi nel modellamento.

 

 

GEL TRIFASICI: Caratteristiche e tecnica lavorativa

 

I gels MODELING del sistema trifasico Professional Karisma Nails sono adatti a tutti i tipi di modellatura dell’unghia:

-           Allungamento con tips

-           Allungamento con le cartine

-           Mantenimento(refill) in strutture di unghie lunghe o che necessitano di forte stabilità.

 

Gli esclusivi gel di questa linea hanno la particolarità, grazie alla loro nuova formulazione, di essere autolivellanti.

Le loro caratterististiche uniche, rispetto alle linee più conosciute, sono :

-                     una struttura forte e contemporaneamente molto elastica

-                     sono facili da stendere e necessitano di un utilizzo inferiore di gel (circa il 30% in meno)

-                     non hanno bisogno quindi di forti limature con conseguente risparmio di prodotto, tempo e polvere

-                     il risultato finale è molto naturale, senza eccessivi spessori, senza ingiallimenti, e con un’ottima tenuta e stabilità nel tempo.

 

I passaggi qui di seguito elencati saranno la fase obbligatoria da fare ogni volta che si andrà ad operare sulle mani.

 

 

I cinque passi fondamentali

1)      disinfettare le proprie mani e quelle della cliente con Pierrel Pronto, indossare poi guanti in lattice e mascherina

2)      Spingere le cuticole con un bastoncino d’arancio

3)      Accorciare l’unghia naturale con la lima 180 Stiff

4)      Opacizzare l’unghia con la lima Bufferblock e la lima a cilindro

5)      Togliere la polvere in eccesso con il pennello Powder Brush

 

Sistema French

 

Il French è un’importante rifinitura nella ricostruzione delle unghie che ricopre il margine distale ed è generalmente di colore bianco. La sua forma deve essere definita in base al “sorriso” ideale dell’unghia naturale in questione ed i gel utilizzati sono di media consistenza e in vari colori, principalmente bianco, bianco naturale e bianco brillante.

 

Il Sistema Della Tip

 

La Tip è un supporto in materiale sintetico, resistente e flessibile, che viene applicato con una colla di tipo chirurgico sull’unghia naturale per consentire l’allungamento dell’unghia stessa.

Le tip sono di forme diverse, ognuna più appropriata ad una tipologia di unghia naturale, e vanno scelte in base alla convessità ed alla forma dell’unghia stessa. La larghezza non deve essere ne inferiore ne superiore ma deve coprire l’unghia da vallo a vallo. Deve essere posizionata a circa 1/3 della lunghezza ungueale o al massimo fino a metà se necessario. Se la tip non aderisce perfettamente all’unghia si può facilmente scollare a causa di un normale urto.

  

 

Tecnica lavorativa: Allungamento con Tip

 

1)      cinque passi fondamentali

2)      scegliere la tip più adatta, se necessario accorciarne la superficie d’appoggio con la lima 100 Flexy

3)      distribuire uniformemente una goccia di Rapid Glue su tutta la superficie d’appoggio della Tip aiutandosi col beccuccio, adagiare con una pressione uniforme la Tip sull’unghia fino a fare coincidere il bordo interno della tip col bordo libero dell’unghia e far uscire tutta l’aria per non creare bolle

4)      accorciare la tip con il Tip Cutter

5)      limare con la lima 180 Flexible per togliere lo scalino tra unghia e tip e dare la forma desiderata alla punta, opacizzare il tutto con il Bufferblock

6)      spolverare bene con il Powder Brush

7)      Stendere con il pennello Flat Brush uno strato sottilissimo di LINKUP su tutta l’unghia compresa la tip – 2 minuti lampada

8)      Con il Nail Spot prelevare un po di gel FRENCH e creare il sorriso mantenendo gli angoli regolari – 2 minuti lampada

9)      Stendere un abbondante strato di MODELGEL col pennello Tip Brush e conferire una buona curva C facendo un movimento verticale dalla matrice alla punta senza sovrastare le cuticole. Correggere eventuali avvallamenti  – 2 minuti lampada

10)  Con la lima stiff 180 dare la forma giusta ai laterali ed alla punta, con la lima 100 boomerang dare la corretta forma C ; rifinire poi tutta la superficie con il Bufferblock

11)  Spolverare bene col Powder Brush

12)  Con il pennello Tongue Brush stendere su tutta l’unghia uno strato di FINISH dalla matrice alla punta, facendo attenzione a non toccare le cuticole. Sigillare bene i laterali e la punta stessa – 2 minuti lampada

13)  Togliere con un pad imbevuto di Cleaner lo strato di dispersione

14)  Mettere poche gocce di Nail Oil attorno alle cuticole e massaggiare bene

15)  Togliere l’eccesso con un pad asciutto lucidando bene l’unghia

16)  Terminare a piacimento massaggiando le mani della cliente con la crema alle erbe K-Hands

 

Rimozione della Tip:

Da operare in caso di applicazione non corretta della Tip o di creazione di bolle d’aria.

1)      accorciare la tip col Tip Cutter

2)      sciogliere la Tip con il solvente specifico Loose per qualche minuto

3)      asportarla con un Pad

4)      opacizzare nuovamente l’unghia e applicare un’altra Tip

Attenzione: utilizzare moderatamente il solvente perché tende a disidratare la lamina ungueale.

 

Il Sistema Delle Formine

 

Quando sono consigliabili le cartine?

Spesso è difficile trovare una tip adatta ad un letto ungueale troppo largo o piatto, forzarla significa rischiare che salti dopo poco per via della cosiddetta “memoria” della tip stessa. In altri casi ci si trova di fronte invece a unghie quasi completamente mordicchiate, letti ungueali deformati, ipersensibilità del cliente a collanti per tip, unghie deboli o rovinate troppo sensibili alla limatura.

Con la tecnica delle cartine (o formine) si riesce a penetrare perfettamente nelle fessure alla base dell’unghia e ad adattare la ricostruzione ad ogni tipo di letto ungueale senza che si creino punti di tensione sotto il modellamento e poi solo dopo passare alla limatura. Le unghie sagomate con le mascherine sono lavorate senza collanti e ciò scongiura il rischio di ipersensibilità e di distacco nei punti di attacco causato dalla penetrazione dell’acqua.

Con questa tecnica e l’utilizzo di gel modellanti molto elastici si possono affrontare nel miglior modo le diverse condizioni delle unghie naturali. 

 

Il sistema di allungamento dell’unghia naturale a mano libera si basa sull’utilizzo delle cartine e di un gel di modellatura più gelatinoso di colore bianco naturale o extrabianco: White Extend.

 

 

Tecnica lavorativa: Allungamento con la cartina

 

1)      cinque passi fondamentali

2)      Stendere con il pennello Flat Brush uno strato sottilissimo di LINKUP su tutta l’unghia naturale – 2 minuti lampada

3)      Applicare la formina facendo scivolare l’attacco sotto il bordo libero dell’unghia naturale. Fare molta attenzione a non creare scalini tra la formina e l’unghia.

4)      Con il Nail Spot applicare il White Estend partendo dal bordo libero e scendendo sulla cartina fino alla lunghezza desiderata. Agganciarlo bene alla punta ed ai laterali dell’unghia naturale – 2 minuti lampada

sequenza di lavoro

5)      Togliere la cartina chiudendola sulla punta e poi sollevandola dall’estremità superiore

6)      Con la lima stiff 180 dare la forma giusta ai laterali ed alla punta

7)      Stendere un abbondante strato di MODELGEL col pennello Tip Brush  su tutta l’unghia costruita e conferire una buona curva C facendo un movimento verticale dalla matrice alla punta senza sovrastare le cuticole. Correggere eventuali avvallamenti – 2 minuti lampada

8)      Togliere con un pad imbevuto di Cleaner lo strato di dispersione

9)      Con la lima stiff 180 dare la forma giusta ai laterali ed alla punta, con la lima 100 boomerang dare la corretta forma C ; rifinire poi tutta la superficie con il Bufferblock

10)  Spolverare bene col Powder Brush

11)  Con il pennello Tongue Brush stendere su tutta l’unghia uno strato di FINISH dalla matrice alla punta, facendo attenzione a non toccare le cuticole. Sigillare bene i laterali e la punta stessa – 2 minuti lampada

12)  Togliere con un pad imbevuto di Cleaner lo strato di dispersione

13)  Mettere poche gocce di Nail Oil attorno alle cuticole e massaggiare bene

14)  Togliere l’eccesso con un pad asciutto lucidando bene l’unghia

15)  Terminare a piacimento massaggiando le mani della cliente con la crema alle erbe K-Hands



 

Tecnica Del Refill

 

Il Refill(o Ritocco) è un passo importante di rifinitura e mantenimento del lavoro di copertura o allungamento dell’unghia naturale. Solo effettuando correttamente questa fase del lavoro la cliente potrà rimanere a lungo soddisfatta delle sue mani.

Solo durante la fase di refill possiamo renderci conto di eventuali problemi causati da una scorretta applicazione dei gel. È possibile infatti riscontrare sollevamenti delle resine dal letto ungueale o fratture dell’unghia stessa. È importante, in questi casi verificare che l’unghia non sia troppo sollecitata  e che una limatura o una inappropriata applicazione dei materiali non danneggino ulteriormente l’unghia naturale.

Per permettere una valutazione tempestiva ed una correzione efficace non bisogna prolungare il primo appuntamento oltre la normale crescita individuale dell’unghia e poi stabilire la frequenza ideale dei successivi refill.

Normalmente gli appuntamenti si fissano ogni 3-4 settimane a seconda della crescita fisiologica individuale della cliente.

 

Tecnica lavorativa: Refill

 

 Dopo circa 3 settimane dal 1° lavoro l’unghia è cresciuta in avanti rendendo visibile lo scalino tra la parte naturale ed il rivestimento:

1)      Rimuovere l’eventuale smalto presente con il Remover, disinfettare e pulire l’unghia

2)      disinfettare le proprie mani e quelle della cliente con Pierrel Pronto, indossare poi guanti in lattice e mascherina

3)      Spingere le cuticole con un bastoncino d’arancio

4)      Limare l’unghia  con la lima 100 Flexible per accorciarla secondo la lunghezza desiderata. In questa fasela curva C creata nel primo appuntamento apparirà spostata in avanti e la punta dell’unghia sarà più spessa

5)      Limare la curva C e la punta con la lima 100 Flexible per assottigliarle e poi opacizzare tutta la superficie con il Bufferblock

6)       Spolverare bene col Powder Brush

7)      Col pennello da nail art stendere uno strato sottile di PRE-REFILL sull’unghia naturale e far asciugare all’aria( in caso di unghia grassa utilizzare il link forte e asciugare in lampada)

8)      Col pennello Tip Brush stendere uno strato sottile di gel monofase FILL-UP – 2 minuti lampada

9)      Ricreare il sorriso ove necessario con il French del colore adatto – 2 minuti lampada

10)  Col pennello Tip Brush stendere uno strato di gel monofase FILLINGEL(o EASYGEL o FIRMGEL) e modellare la parte posteriore dell’unghia ed i settori laterali – 2 minuti lampada

11)  Togliere con un pad imbevuto di Cleaner lo strato di dispersione

12)  Con la lima 100 Boomerang dare la corretta forma C ; rifinire poi tutta la superficie con il Bufferblock

13)  Spolverare bene col Powder Brush

14)  Con il pennello Tongue Brush stendere su tutta l’unghia uno strato sottile di  FILLINGEL(o EASYGEL o FIRMGEL) dalla matrice alla punta, facendo attenzione a non toccare le cuticole. Sigillare bene i laterali e la punta stessa – 2 minuti lampada

15)  Togliere con un pad imbevuto di Cleaner lo strato di dispersione

16)  Mettere poche gocce di Nail Oil attorno alle cuticole e massaggiare bene

17)  Togliere l’eccesso con un pad asciutto lucidando bene l’unghia

18)  Terminare a piacimento massaggiando le mani della cliente con la crema alle erbe K-Hands

 

Rimozione Dell’unghia Ricostruita

 

Fatta la premessa che la cliente che si sottopone ad una ricostruzione delle unghie deve essere consapevole che si tratta di un trattamento chimico, non naturale, paragonabile a quello della permanente per i capelli, una volta deciso di non continuare il mantenimento consigliamo di aspettare la normale ricrescita delle proprie unghie evitando così di sottoporle ad una rimozione forzata di materiale tramite sostanze aggressive.

Meglio lasciare sempre un sottile strato di gel per non intaccare la superficie dell’unghia naturale e poi consigliare la cliente di usare anche a casa dei prodotti rinforzanti e sigillanti per unghie naturali.

 

 

Procedura in caso di rimozione definitiva:

 

1)      limare la punta delle unghie artificiali con la lima 80 Rectangular fino a portarle alla stessa lunghezza di quelle naturali, rifinire con la lima 180 Flexible.

2)      Limare con le stesse lime precedentemente utilizzate la curvatura C e gran parte dello spessore dell’unghia artificiale lasciandone uno strato sottile, rifinire il lavoro con il Bufferblock

3)      Spolverare bene col Powder Brush

4)      Lucidare l’unghia conla lima Shiny 3 Face prima dalla parte nera poi da quella bianca

5)      Applicare Nail Care Pen su tutta l’unghia e massaggiare per far penetrare il prodotto

6)      Eliminare l’eccesso con un Pad asciutto

7)      Lucidare l’unghia con con la superficie grigia della lima Shiny 3 Face

8)      Applicare uno strato di smalto indurente K-Nails su tutte le unghie per proteggerle e rinforzarle

9)      Terminare a piacimento massaggiando le mani della cliente con la crema alle erbe K-Hands

 

 

Procedura in caso di nuova ricostruzione:

 

1) limare gran parte dello spessore del gel togliendo soltanto le parti sollevate dalle unghie naturali

10)  Levigare lo strato restante con il Bufferblock

11)  Spolverare bene col Powder Brush

12)  Procedere alla ricostruzione

 

 Puoi scaricarlo qui:

 http://www.pserviceweb.com/home/it/manuale-per-la-ricostruzione-in-gel-polimero/14246-m.html