Fatta la premessa che la cliente che si sottopone ad una ricostruzione delle unghie deve essere consapevole che si tratta di un trattamento chimico, non naturale, paragonabile a quello della permanente per i capelli, una volta deciso di non continuare il mantenimento consigliamo di aspettare la normale ricrescita delle proprie unghie evitando così di sottoporle ad una rimozione forzata di materiale tramite sostanze aggressive.

 

 


IMPORTANTE: Meglio lasciare sempre un sottile strato di gel per non intaccare la superficie dell’unghia naturale e poi consigliare la cliente di usare anche a casa dei prodotti rinforzanti e sigillanti per unghie naturali.

 

 


Procedura in caso di rimozione definitiva:

 

limare la punta delle unghie artificiali con la lima grana 80 fino a portarle alla stessa lunghezza di quelle naturali, rifinire con la lima grana 180.


Limare con le stesse lime precedentemente utilizzate la curvatura C e gran parte dello spessore dell’unghia artificiale lasciandone uno strato sottile, rifinire il lavoro con il Mattoncino


Spolverare bene col Pennello per polveri


Lucidare l’unghia con la lima lucidante prima dalla parte più abrasiva e poi da quella più liscia.


Applicare un olio nutriente su tutta l’unghia e massaggiare per far penetrare il prodotto


Eliminare l’eccesso con un Pad asciutto


Lucidare l’unghia con con la superficie liscia della lima lucidante


Applicare uno strato di smalto indurente su tutte le unghie per proteggerle e rinforzarle


Terminare a piacimento massaggiando le mani della cliente con una crema idratante, meglio se alle erbe.